LEI

LEI

E’ giunta trafelata, in ritardo, non è un problema.
Ascolto il suono dei suoi sandali sull’asfalto.
Si avvicina, sento il suo profumo tenue e delicato.
Lo sa che è bella?
I capelli le ballano ritmi variegati mentre accelera il passo.
E’ tardi, ma non importa, il tempo in fondo è solo una finzione.
Poetando con me stesso, tesso reti di straordinaria fantasia, mentre
il pittore da’ colore e  il mare dona perle.
Un abbraccio e ci avviamo.
La guardo negli occhi profondi, vedo stanchezza ma fiera.
Lo sguardo s’incrocia, siamo sereni.
Eccolo poi, quel sorriso.
E’ lei.

Di Marco Squarcia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...